Artrite reumatoide: sintomi, diagnosi, trattamento



Che cos’è l’artrite reumatoide?

 

L’artrite reumatoide è una malattia cronica sistemica a prevalente interessamento articolare, su base autoimmune ed eziologia ignota, il cui segno caratteristico è rappresentato dalla sinovite persistente di tipo simmetrico, generalmente localizzata alle articolazioni periferiche, in grado di produrre la progressiva distruzione della cartilagine articolare e conseguente deformità ossee. L’evoluzione clinica può essere variabile. L’alterazione anatomopatologica fondamentale a livello dell’articolazione è la formazione del cosiddetto panno sinoviale cioè di una ipertrofia villosa della membrana, con ipercellularità, che erode la cartilagine, l’osso subcondrale ed indebolisce le inserzioni tendine: l’atrofia muscolare associata aggrava l’instabilità articolare e conduce alle sublussazioni.

Nodulo reumatoide

Il tipico nodulo reumatoide frequente nel sottocutaneo delle superfici articolari estensorie e di possibile riscontro nel polmone o nelle pleure, nelle valvole cardiache o nel miocardio, consiste in un centro di necrosi fibrinoide  ed una corona di monociti pluristratificati a palizzata, con linfociti e monociti disposti perifericamente. Le lesioni vasculitiche delle arterie di medio e piccolo calibro degli arti dell’encefalo dell’intestino mostrano analogamente necrosi fibrinoide.



Epidemiologia

L’artrite reumatoide colpisce circa il 1% della popolazione. Si può presentare a qualsiasi età, sebbene la sua massima incidenza si riscontri tra 35 e 50 anni (80% dei casi), prevalente nella donna in proporzione di 3 :1 rispetto all’uomo.

Cause e fattori di rischio

L’eziologia è ignota. Un ruolo chiave sembrerebbe essere svolto da un interazione tra fattori ambientali e una condizione di predisposizione genetica..

Base genetica

  • Significative all’associazione con l’HLA-DR4 (70% dei casi)

Fattori ambientali

  • Il fumo di sigaretta rappresenta il principale fattore di rischio per lo sviluppo di artrite reumatoide sieropositiva, in individui geneticamente predisposti. Allo stesso modo, l’esposizione a polveri ed inquinanti  inalatori rappresenta un fattore di rischio. L’esposizione a sostanze irritanti le vie aeree può  infatti scatenare fenomeni di citrullinazione delle proteine polmonari, generando quindi neo antigeni. Un ulteriore fattore di rischio è la storia di parodontopatia.



Quali sono i sintomi dell’artrite reumatoide?

L’esordio clinico dell’artrite reumatoide è più spesso insidioso, con podromi di:

  • astenia
  • artromialgie varie che precedono di settimane la comparsa dell’artrite.

Una tenosinovite (come il dito a scatto) o  fenomeno di Raynaud possono raramente rappresentare il sintomo iniziale. L’artrite interessa subito più articolazioni, specialmente delle mani e dei piedi, e si diffonde  centripetamente e simmetricamente, con carattere aggiuntivo. In alcuni pazienti l’inizio è acuto, con comparsa di febbre.

Le articolazioni interessate sono in ordine di frequenza:

  • le interfalangee prossimali
  • le metacarpo-falangee
  • i polsi
  • le ginocchia
  • i gomiti
  • le caviglie.

Le articolazioni appaiono:

  • tumefatte, arrossate con cute a sfumatura cianotica, calda; la dolorabilità spontanea e provocata è viva, il deficit funzionale è marcato specie in estensione. Col passare del tempo si instaurano le tipiche deformazioni a collo di cigno delle dita della mano e martello delle dita dei piedi, con alluce valgo, nonchè  la deviazione ulnare  delle metacarpo-falangee. Altrettanto caratteristica  è la rigidità mattutina, che è anche un buon indice di attività della malattia.



Terapia

Circa il 40% dei casi conduce ad una notevole invalidità. Un esordio acuto, il sesso maschile, l’età avanzata, i casi monoarticolari ed atipici, la sierologia negativa ed un trattamento conservativo precoce sono elementi favorevoli per la prognosi.

La terapia si avvale di misure farmacologiche e non (terapia fisica chirurgica, psicoterapia) il cui obiettivo comune è ridurre il dolore e l’infiammazione, conservare la funzione articolare, prevenire la deformità. Le misure generali consistono nel convincere il paziente a mantenere la propria attività ed alternare correttamente l’esercizio fisico e il riposo.

I farmaci utilizzati sono farmaci antinfiammatori non steroidei (Fans) e i corticosteroidi.  Farmaci che modificano il decorso della malattia, i cosiddetti farmaci di fondo distinti in farmaci di fondo tradizionali (in particolare Methotrexate, leflunomide, salazopirina) e farmaci biotecnologici, ovvero farmaci mirati su specifici bersagli responsabili del processo infiammatorio, che vanno utilizzati dopo il fallimento della terapia con i farmaci tradizionali.

 

Ti potrebbero interessare:

 

(Visited 52 times, 1 visits today)

Related Posts

  • 81
    Malattie reumatiche    Gotta: che cos’è, sintomi e diagnosi Arterite di Takayasu: malattia “senza polso” Artrosi: che cos’è, cause, sintomi Malattia di Kawasaki: sintomi e trattamento LES e nefrite lupica Malattia reumatica Febbre reumatica acuta (FRA) Artrite idiopatica giovanile Artrite reumatoide: sintomi, diagnosi, trattamento Artrite settica
    Tags: sintomi, malattia, artrite, è, reumatoide, salute
  • 69
    Artrite idiopatica giovanileDefinizione L'artrite idiopatica giovanile viene considerata una malattia diversa dall'artrite reumatoide,  da cui la distinguono non tanto l'età di insorgenza (per definizione prima dei 16 anni) quanto il quadro clinico variabile , in cui si possono identificare 3 sindromi: Forma sistemica (M. di Still) Oligoarticolare Poliatrite con fattore reumatoide (FR)…
    Tags: artrite, in, è, articolazioni, si, reumatoide, dei, i, malattia, salute
  • 66
    Artrite Psoriasica: le cause, i sintomi e il trattamentoChe cos'è artrite psoriasica? L'artrite  psoriasica (APs) è un' artropatia infiammatoria cronica associata alla psoriasi, che può interessare le articolazioni periferiche, la colonna e le entesi, ed è caratterizzata da diverse manifestazioni cliniche e da un decorso variabile. L'artrite psoriasica appartiene al gruppo delle spondiloartriti, per la comune associazione HLA…
    Tags: artrite, è, delle, si, in, articolazioni, i, l'artrite, dei, malattia
  • 63
    Artrite setticaDefinizione   L'artrite settica è una flogosi acuta causata dalla localizzazione di microrganismi a livello osteoarticolare; nel 90% dei casi colpisce un singolo distretto articolare, interessando in ordine di frequenza ginocchio, anche, caviglia e gomito. L'artrite settica può essere classificata in artrite batterica, distinta a sua volta in forme gonococciche…
    Tags: artrite, in, i, l'artrite, è, sintomi, terapia, nel, casi, salute
  • 62
      Le malattie osteoarticolari sono quelle malattie che coinvolgono l’apparato locomotore: osteopatie, artropatie, miopatie, tendinopatie, neuropatie; tutte hanno in comune il dolore (acuto, cronico) e la disabilità (temporanea, permanente).      Dolore al gomito Osteomielite: che cos’è, sintomi e terapia Artrite Psoriasica: le cause, i sintomi e il trattamento Artrite…
    Tags: sintomi, è, artrite, i, si, terapia, in, salute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enable Notifications    OK No thanks