free web hit counter

Bronchiolite: sintomi e terapie

Definizione

La bronchiolite è un’ infezione respiratoria di origine virale, dovuta ad infiammazione ed ostruzione dei bronchioli, che colpisce i bambini nei primi 2 anni di vita (prevalentemente lattanti di 2-8 mesi).

Eziologia

Il virus respiratorio sinciziale (VRS) è l’agente responsabile della maggior parte delle bronchioliti, soprattutto di quelle che si manifestano in forma epidemica, ma a volte sono in causa altri agenti, come virus parainfluenzali, gli adenovirus, i virus influenzali, i rinovirus e perfino il Mycoplasma pneumoniae.

La punta di incidenza della bronchiolite è nei mesi invernali, soprattutto nei bambini del primo anno di vita (circa il 15% dei lattanti si ammala di questa affezione). Il VRS viene trasmesso per contatto diretto dalle secrezioni del cavo orale di soggetti infetti. La diffusione del virus dai bambini più grandi o dagli adulti, che presentano quasi sempre solo una rinite, avviene già due giorni prima della comparsa dei sintomi e continua per circa una settimana.

 

Fattori di rischio

Tra fattori di rischio si annoverano:

  • esposizione al fumo di sigaretta
  • condizioni di sovraffollamento
  • non essere mai stati allattati al seno
  • familiarità per asma
  • prematurità (<37° settimana di gestazione).

 

Sintomi

Il periodo di incubazione viene calcolato fra 3 e 5 giorni. Il lattante, infettato con VRS presenta all’inizio i segni di infezione delle vie aeree superiori, come:

Dopo 3-5 giorni insorge all’improvviso:

  • polipnea 
  • respiro fischiante 
  • difficoltà respiratoria acuta: alitamento delle pinne nasali
  • dispnea
  • crisi di apnea accompagnata spesso da cianosi
  • rientramenti al giugulo intercostali e sottocostali
  • prolungamento della fase espiratoria
  • fischi e rantoli all’auscultazione.


Diagnosi

La diagnosi di bronchiolite è soprattutto clinica e si basa anche su dati epidemiologici familiari e di comunità. Il VRS può essere facilmente identificato nelle secrezioni nasofaringee mediante cultura e con la ricerca dell’antigene. Alla radiografia del torace, da eseguire solo nei casi più gravi, risulta evidente una situazione di iperinsufflazione con abbattimento delle cupole diaframmatiche, ma si possono anche notare aree di ispessimento peribronchiale infiltrati. Risulta evidente anche un quadro di ipossiemia.

Prognosi

Nei lattanti sani, la bronchiolite non presenta alcun rischio: la guarigione avviene in circa 7 giorni. Risultano essere a rischio prognostico sfavorevole i soggetti cardiopatici o che abbiano presentato un peso molto basso alla nascita o che presentino i segni toracici del rachitismo.

Complicazioni

Le complicanze che possono insorgere in corso di bronchiolite sono rappresentati da:

  • insufficienza respiratoria
  • atelectasia
  • infezioni batteriche secondarie
  • pneumotorace
  • pneumomediastino.

Anche i lattanti che abbiano superato bene la malattia, possono presentare successivamente, per qualche mese, un aumento della frequenza respiratoria. 

Terapia

La terapia della bronchiolite si basa sostanzialmente sulla somministrazione di  O2 umidificato, utilizzando apposite tende per ossigenoterapia oppure culle termiche per i più piccini. Sono inoltre necessarie l’idratazione e la nutrizione per e.v. per evitare sforzi al bambino che peraltro non sarebbe in grado di assumere liquidi per bocca. Farmaci di supporto per evitare complicanze batteriche, ma non di routine, sono gli antibiotici e, per migliorare la funzione respiratoria, i broncodilatatori e/o i corticisteroidi e/o l’adrenalina per via aerosolica. Antistaminici, anticongestionanti orali e vasocostrittori nasali non sono raccomandati.

 

Potrebbero interessarti:

 

Bronchite: diagnosi, sintomi e terapia 

La bronchite è una malattia respiratoria molto diffusa, può essere acuta o cronica

 

Broncopolmonite nei bambini 

Risultati immagini per broncopolmonite nei bambini

 

Infezioni respiratorie ricorrenti (IRR) nel bambino 

Malattie respiratorie infantili

Get Free Email Updates!

Signup now and receive an email once I publish new content.

I agree to have my personal information transfered to AWeber ( more information )

I will never give away, trade or sell your email address. You can unsubscribe at any time.

Related Posts

  • 50
      Broncopolmonite nei bambini    Bronchiolite: sintomi e terapie      Sesta malattia: cause, diagnosi e sintomi    Morbillo: sintomi, diagnosi e complicanze    Pertosse: sintomi, trattamento e vaccinazione                  Dermatite atopica   Trisomia 13-Sindrome di Patau     Sindrome di Turner  …
    Tags: bambini, sintomi, diagnosi, dei, bronchiolite, terapie
  • 46
        La sifilide, o lue, è una delle IST (infezioni sessualmente trasmesse) più antiche e ancora oggi è molto diffusa nel mondo. Diversamente da altre IST batteriche, come la gonorrea, la sifilide  è caratterizzata da una fase acuta primaria, che spesso decorre in maniera del tutto asintomatica, e da…
    Tags: è, si, in, non, i, essere, più, per, sintomi, diagnosi
  • 46
    Generalità   Le bronchiectasie (BR) indicano una dilatazione abnorme e persistente dei bronchi. Le bronchiectasie rappresentano la conseguenza della distribuzione dei tessuti (elastico e muscolare) che costituiscono la parete del bronco e sono generalmente provocate da una grave infiammazione, spesso conseguente a un'infezione. Nei bronchi dilatati si accumulano delle secrezioni…
    Tags: in, è, per, dei, essere, terapia, possono, delle, si, sintomi
  • 43
    I bambini soffrono d'insonnia?   Non sono soltanto gli adulti a soffrire di insonnia. Anche i bambini possono soffrire d'insonnia e trascorrere notti senza dormire, tanto che il 30% dei piccoli nei primi 3 anni di vita va soggetto a un disturbo del sonno, percentuale che scende al 15% dopo…
    Tags: i, bambini, per, dei, in, non, è, si
  • 43
    Difficoltà a respirare e croste nelle narici sono i sintomi del naso chiuso, che i medici definiscono scientificamente  rinite secca.  Da che cosa è provocata e come si può guarire da questo disturbo?    Che cos'è il naso chiuso? Il naso chiuso è un problema molto comune dovuto, nella maggior…
    Tags: si, per, in, è, non, i, sintomi

Rispondi