Ipercalcemia neoplastica

Che cos’è l’ipercalcemia neoplastica?

L’ipercalcemia neoplastica è la sindrome ectopica endocrina più frequente e probabilmente più grave nei pazienti neoplastici causata dalla produzione di sostanze PTH da parte del tumore in assenza di metastasi ossee osteolitiche oppure da interessamento osteolitico localizzato.

 

Quanto è diffusa l’ipercalcemia neoplastica?

L’ipercalcemia neoplastica ha un’incidenza di circa 15/ 100.000 persone/anno e si manifesta nel 10-15%  dei pazienti neoplastici con tumore in fase avanzata.

Eziologia

Le cause principali dell’ipercalcemia neoplastica maligna sono il carcinoma della mammella (il 50% dei tumori mammari metastatici  manifesta ipercalcemia), del polmone soprattutto a cellule squamose, dell’esofago, dell’utero, del rene e della vescica. L’ipercalcemia è frequente in alcune malattie ematologiche quale il mieloma multiplo, la leucemia linfatica acuta e linfomi soprattutto a espressione istiocitica. 

 



 

 

Come si manifesta ipercalcemia neoplastica?

L’ipercalcemia neoplastica è spesso un riscontro laboratoristico nel corso del work up diagnostico e nel follow-up di un paziente portatore di tumore. Le manifestazioni cliniche dell’ ipercalcemia neoplastica sono in genere piuttosto sfumate e sovrapponibili. In alcuni casi, però, si possono verificare improvvisi e importanti aumenti della calcemia che si associano a sintomi gastrointestinali (anoressia, nausea, vomito, dolori addominali crampiformi, poliuria, polidipsia) e manifestazioni a carico del sistema nervoso centrale (SNC) con (letargia, sonnolenza e stato confusionale, fino al coma). In generale, la comparsa di ipercalcemia, nel follow-up di una neoplasia è un segno prognostico sfavorevole, con alcune eccezioni: infatti, il decorso sia del mieloma multiplo sia del carcinoma mammario può essere contrassegnato da episodi di ipercalcemia che però non pregiudicano la prognosi.



Terapia

La terapia è primariamente rivolta alla malattia di base. Tuttavia, quando questa è inefficace e permane l’effetto paraneoplastico (o comunque l’ipercalcemia è sintomatica o severa) devono essere istituiti i provvedimenti terapeutici con l’obiettivo di controllare e preferibilmente riportare alla norma  la calcemia. Tali farmaci agiscono aumentando l’eliminazione urinaria di calcio oppure riducendo il riassorbimento osseo. La poliuria rappresenta la manifestazione sintomatica più comune dell’ipercalcemia dovuta alla compromessa capacità di concentrazione urinaria legata al l’attivazione del recettore del calcio sulla branca ascendente dell’ansa di Henle. L’attivazione di tale recettore determina il ridotto riassorbimento di sodio e cloruro nell’ansa di Henle e la ridotta capacità di concentrare le urine. Per tale motivo, questi pazienti si presentano profondamente disidratati. L’infusione e.v. di soluzione fisiologica allo 0,9% corregge la disidratazione provocata dalla poliuria e stimola l’eliminazione urinaria di calcio attraverso l’ aumentata clearance renale del sodio. Nei casi di ipercalcemia medio grave, tale trattamento è sufficiente a ripristinare i livelli normali di calcemia. I bisfosfonati impiegati nel trattamento dell’ ipercalcemia neoplastica sono il  pamidronato , lo zoledronato e l’ ibandronato.



 

 

Ti potrebbero interessare:

 

Linfoma follicolare


Linfoma mantellare


Linfoma a grandi cellule B primitivo del mediastino


Linfoma B diffuso a grandi cellule (DLBCL)


Linfoma di Burkitt


Cancro della mammella


Approccio diagnostico al paziente con ipercalcemia severa


 

 

 

(Visited 69 times, 1 visits today)

Related Posts

  • 72
    La prostata è una ghiandola che fa parte dell’apparato uro-genitale maschile. Si trova sotto la vescica e circonda l’uretra. Per la forma e le dimensioni ricorda una castagna (pesa circa 20 g), con una lunghezza di 3 cm, una larghezza di 4, uno spessore di 25 mm, ma con il…
    Tags: tumore, è, in, più, i, si, salute
  • 70
    Listeriosi: infezione da listeriaChe cos'è la listeriosi? La listeriosi è definita dall'OMS una malattia relativamente rara, ma preoccupante per l'elevato tasso di letalità (20- 30% ) tra i pazienti ospedalizzati. La listeriosi è una malattia batterica causata da listeria monocytogenes, le cui manifestazioni cliniche sono polimorfi. La listeria monocytogenes è un bacillo aerobio
    Tags: è, in, si, pazienti, salute
  • 68
    LA SALUTE DELLA MENTE    Narcisismo e istrionismo: disturbi della personalità
    Tags: salute
  • 67
    Epatite A (HAV)Che cos'è l'epatite A ? L'epatite A è causata da un virus a RNA della famiglia delle picornaviridae. Non ha effetto citopatico diretto e il danno epatico sembrerebbe causato dalla risposta immune, mediata da anticorpi circolanti e dai linfociti T citotossici CD8+ HAV specifici in grado di provocare la lisi…
    Tags: in, è, i, si, più, salute
  • 67
    Gravidanza  Gravidanza: come capire se sei incinta La gravidanza può essere confermata attraverso alcuni semplici esami, l'esame delle urine che indicano la presenza di ormoni a partire dalla seconda settimana di assenza del ciclo mestruale. Oltre alla sospensione del ciclo mestruale si può notare un ingrossamento del seno con allargamento…
    Tags: i, si, in, salute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enable Notifications OK No thanks