free web hit counter

Naloxone (antidoto della morfina)


 

Definizione

Il  naloxone è un farmaco di scelta nel trattamento della depressione respiratoria causata da narcotici, dagli oppiacei, dalla morfina e dei suoi succedanei sintetici.

Il naloxone non ha effetto farmacologico nei soggetti che non hanno ricevuto oppiacei, morfina o succedanei sintetici; il naloxone è un antagonista “puro” nel senso che esso non ha alcun effetto agonistico (di tipo morfina); la sua azione si spiega con lo spiazzamento dell’agonista dai recettori specifici. Dopo iniezione endovenosa, l’azione antagonista della morfina inizia 2 minuti e dura 30-45 minuti; dato che l’azione di alcuni narcotici può essere più lunga, si deve sorvegliare il paziente per 24 ore ed a volte è necessario ripetere la somministrazione.

 

Indicazioni

Trattamento della depressione respiratoria causata da morfina o da altri narcotici. Il naloxone non ha alcun effetto nella depressione respiratoria dovuta altre cause. Viene utilizzato durante gli interventi chirurgici o nel trattamento del dolore. Il farmaco può anche essere utilizzato nel trattamento della depressione post-operatoria indotta da stupefacenti.

Posologia

La dose di naloxone generalmente è di 0,4 mg per via endovenosa (o intramuscolare se si ha difficoltà per l’inoculazione endovenosa) che si può ripetere 1-2 volte a 3 minuti di intervallo.

Precauzioni

Somministrazione prudente a soggetti che si suppone essere tossicomani, dal momento che il naloxone  può provocare una sindrome di astinenza grave in caso di dipendenza dai narcotici.

Controindicazioni

  • Ipersensibilità nota al naloxone
  • Dipendenza da morfina o dai suoi succedanei senza depressione respiratoria.

Effetti secondari

  • Eccitazione
  • Comparsa del dolore (in caso di somministrazione postoperatoria)
  • Ipertensione
  • Tachicardia


Ti potrebbero interessare:

 


Get Free Email Updates!

Signup now and receive an email once I publish new content.

I agree to have my personal information transfered to AWeber ( more information )

I will never give away, trade or sell your email address. You can unsubscribe at any time.

Related Posts

  • 30
      Generalità   Il DSM-IV usa il termine oppioide per comprendere:   Oppiacei: qualsiasi preparazione che derivi dall'oppio sia naturale che semisintetica: morfina, eroina (diacetil-morfina), codeina  (3-metossimorfina) e l'idromorfone.   Oppioidi: cioè narcotici sintetici che hanno la stessa azione degli oppiacei, ma che non derivano dall' oppio. Esempi sono: metadone…
    Tags: per, è, non, in, si, depressione, morfina, dipendenza, può, respiratoria

Rispondi