free web hit counter

La febbre nel bambino


Che cos’è la febbre?

La febbre nel bambino è una problematica di urgenza-emergenza. Si considera febbre una temperatura corporea superiore a 37,5°C, si differenzia dall’ ipertermia che è l’aumento della temperatura dovuto a cause ambientali e non interne (Es. colpo di calore, bimba lasciata in macchina ecc..) La febbre è sempre qualcosa che determina una fobia nel genitore per timore che la temperatura possa salire troppo e mettere a rischio la vita del bambino. La febbre di per sè non è una malattia, ma una reazione del nostro organismo, in grado, anche, di ostacolare la replicazione dei germi. L’entità della febbre non è correlata alla gravità dell’infezione.

 

Possibili cause

 

  • Infezioni batteriche o virali
  • Malattie autoimmuni
  • Malattie infiammatorie croniche
  • Neoplasie
  • Vaccinazioni
  • Da farmaci
  • Da danni tissutali
  • Fittizia


Come misurare la febbre nei bambini?

L’apparecchio migliore è il termometro elettronico digitale, molto facile da usare,  ha un costo economico ed è  affidabile.  I termometri a infrarossi, che si mettono a contatto con la pelle o sono dotati di un puntatore che permette l’uso a distanza, ma hanno un costo piuttosto elevato.

 

Dove misurare la temperatura?

 

La misurazione sotto l’ascella è la migliore. Sconsigliata la misurazione rettale perché risulta troppo invasiva per i bambini. Nel caso si renda necessaria, deve essere eseguita con molta cautela avendo avuto cura di lavare il termometro con acqua calda e con sapone, strofinato con una garza imbevuta alcol e poi sciacquato nuovamente. Sarebbe opportuno lubrificare il bulbo con del lubrificante ( es. vaselina). La misurazione sotto la lingua è sconsigliata nei bambini di età inferiore a 4 anni perché potrebbero morderlo e romperlo. 




.
La cura: cosa fare?

  • Idratarlo, dandogli  da bere liquidi (camomilla o the, soluzioni reidatranti a volontà (a piccoli sorsi) o semplicemente acqua
  • Non forzarlo a mangiare ma offrire piccoli pasti qualora non avesse appetito
  • Non usare coperte pesanti a letto, tenere il bimbo un  poco scoperto. Coprirlo qualora avesse brividi e freddo.

 

Farmaci contro la febbre

Secondo le Linee Guida i farmaci usati per abbassare la febbre nei bambini  sono il paracetamolo e l’ibuprofene: differenti studi hanno dimostrato che entrambi sono efficaci nel ridurre la temperatura febbrile nel bambino e sono ugualmente sicuri.
Gli antibiotici, non vanno mai dati di propria iniziativa, ma solo dietro prescrizione del pediatra, quando si sospetta un’infezione batterica.

Quando allarmarsi?

 

  • se il bambino ha meno di tre mesi;
  • se, piange continuamente ed è difficilmente consolabile;
  • se è sonnolento, si fa fatica a svegliarlo e risponde poco agli stimoli;
  • se la febbre supera 40° C ;
  • aumento della frequenza respiratoria (più di 50 respiri al minuto (tra i 3 e i 12 mesi di vita), o più di 40 respiri al minuto (dopo i 13 mesi di vita);
  • Se fa fatica a muovere la testa ed il collo;
  • scosse delle braccia e delle gambe, irrigidimento,rilassamento della muscolatura,fissità dello sguardo o rotazione degli occhi, perdita di feci e urine (convulsioni);
  • se ha macchie rosse o scure sulla pelle;
  • se ha un forte dolore alla pancia.


Get Free Email Updates!

Signup now and receive an email once I publish new content.

I agree to have my personal information transfered to AWeber ( more information )

I will never give away, trade or sell your email address. You can unsubscribe at any time.

Related Posts

  • 84
    Malattia di Kawasaki: sintomi e trattamento      Broncopolmonite nei bambini    Bronchiolite: sintomi e terapie      Sesta malattia: cause, diagnosi e sintomi    Morbillo: sintomi, diagnosi e complicanze    Pertosse: sintomi, trattamento e vaccinazione                  Dermatite atopica   Trisomia 13-Sindrome di…
    Tags: bambini, bambino, nel, salute, febbre
  • 45
    «La balbuzie è un disordine nel ritmo della parola per cui il paziente sa cosa vorrebbe dire, ma nello stesso tempo non è in grado di dirlo a causa di arresti, ripetizioni e/o prolungamenti di un suono che hanno carattere di involontarietà» (Organizzazione Mondiale della Sanità, 1977)  Giunti all'età di…
    Tags: è, bambino, si, i, non, per, se, bambini, nel
  • 44
    Broncopolmonite nei bambiniGeneralità La polmonite è un’ infezione acuta del tratto respiratorio e può presentarsi con tosse, difficoltà respiratoria o entrambi. La broncopolmonite è un tipo particolare di polmonite, che comporta l'infiammazione di bronchi, bronchioli e alveoli polmonari.  Cause Spesso non è possibile identificare l'agente eziologico causa della polmonite. Un gran numero di microrganismi, tra cui…
    Tags: è, i, si, per, bambini, non, l, vita, mesi, salute
  • 42
    Ortoressia nervosaDefinizione Ortoressia (dal greco orthos -corretto- e orexis -appetito-) è un termine  che definisce un disturbo alimentare proposto da alcuni medici e psichiatrici,  descritto come una forma di attenzione abnorme alle regole alimentari, alla scelta del cibo e alle sue caratteristiche. L'ortoressia  è' stata definita per la prima volta da Bratman nel 2001, un disturbo che…
    Tags: è, non, nel, si, per, salute, i
  • 41
            La salute del cuore      Malattie polmonari    Malattie infettive    Gastroenterologia    La salute del bambino    Malattie neurologiche  Malattie ematologiche    MALATTIE DA RAFFREDDAMENTO    SALUTE DELLE ORECCHIE    LA SALUTE DELLA MENTE    La salute degli occhi    Malattie e disturbi genito-urinari …
    Tags: salute, bambino

Rispondi