Febbre bottonosa del Mediterraneo




 

Definizione

La febbre bottonosa del mediterraneo è una malattia infettiva a decorso acuto e a evoluzione generalmente benigna, specialmente in età pediatrica, causata da Rickettsia conorii, trasmessa all’uomo dalla zecca del cane, Rhipicephalus sanguineus. La febbre bottonosa del mediterraneo  è caratterizzata dalla triade sintomatologica febbre, esantema papuloso e tache noire (piccola area di necrosi indurita).

 

Eziologia

L’agente patogeno è la “Rickettsia conorii”. Nelle zone attorno al Mediterraneo, la malattia è trasmessa dalla zecca del cane (Rhipicephalus sanguineus), altrove dalle zecche dei roditori selvatici. Il cane e i roditori selvatici costituiscono gli ospiti intermedi ed i serbatoi del virus. La malattia si presenta soprattutto nel periodo tra giugno e settembre con un picco ad agosto, periodo in cui il ruolo della zecca non è solo quello di vettore ma anche di principale serbatoio dell’infezione.




Manifestazioni cliniche

Nella sede della puntura della zecca, si osserva una piccola macchia nera, o escara superficiale, che può ulcerarsi e che si accompagna ad adenopatia regionale. Dopo un’incubazione di 5-7 giorni, compaiono i segni generali:

  • Febbre a plateau
  • Atralgie
  • Disturbi gastrointestinali.

Tre o quattro giorni dopo l’inizio della febbre, un’ eruzione maculo papulosa compare sul tronco e si estende rapidamente alle estremità, fino alle palme delle mani e le piante dei piedi. Il viso è colpito raramente.  Le lesioni cutanee possono eccezionalmente essere  l’origine di emorragie; si può osservare una reazione meningea normalmente benigna, si ha regolarmente guarigione in 1-2  settimane.




Complicazioni

Le complicanze sono molto più frequenti se il paziente presenta comorbidità (insufficienza renale o cardiaca, emoglobinopatie o coagulopatie) o ha una compromissione del microcircolo come avviene nel soggetto diabetico. Encefalite, gastrite emorragica, trombosi renale, embolia polmonare, scompenso metabolico, miocardite, anemia, piastrinopenia e coagulazione intravascolare disseminata sono le complicanze che vengono più frequentemente osservate.

Alterazioni di laboratorio

Gli esami di laboratorio mostrano in genere una modica leucopenia, trombocitopenia e lieve incremento delle transaminasi e degli indici di flogosi.

Diagnosi

La diagnosi clinica è facile nelle aree endemiche  in presenza di tache noire; la conferma di laboratorio si basa sulla ricerca degli anticorpi specifici di classe  IgM e IgG con metodiche di immunofluorescenza indiretta; spesso in fase acuta l’esame può dare un esito negativo e in tal caso per diagnosi sarà esclusivamente clinica.




Terapia

Nel paziente adulto vengono impiegate tetracicline o cloramfenicolo In età pediatrica nei casi non complicati, possono essere utilizzati macrolidi (claritromicina e azitromicina). I farmaci vengono in genere  somministrati fino a 2 giorni dopo la defervescenza.




Ti potrebbero interessare:

 

 

 

Get Free Email Updates!

Signup now and receive an email once I publish new content.

I agree to have my personal information transfered to AWeber ( more information )

I will never give away, trade or sell your email address. You can unsubscribe at any time.

(Visited 15 times, 1 visits today)

Related Posts

  • 56
    La febbre nel bambinoChe cos'è la febbre? La febbre nel bambino è una problematica di urgenza-emergenza. Si considera febbre una temperatura corporea superiore a 37,5°C, si differenzia dall' ipertermia che è l'aumento della temperatura dovuto a cause ambientali e non interne (Es. colpo di calore, bimba lasciata in macchina ecc..) La febbre è…
    Tags: febbre, è, non, nel, i, si, salute
  • 52
    Malattia di Lyme: malattia trasmessa dalle zecche  Definizione  Il morso di una zecca può rappresentare l'inizio di un incubo. Un batterio che infesta questi parassiti, la Borrelia burgdorferi, può infatti essere trasmesso all'uomo provocando la malattia di Lyme, con il suo lungo strascico fatto di mal di testa, dolori articolari, debolezza, disturbi cardiovascolari e neurologici. La malattia di Lyme (o boreliosi…
    Tags: in, malattia, zecca, essere, si, è, salute, trasmessa, dalle, zecche
  • 48
    Malattie reumatiche    Gotta: che cos’è, sintomi e diagnosi Arterite di Takayasu: malattia “senza polso” Artrosi: che cos’è, cause, sintomi Malattia di Kawasaki: sintomi e trattamento LES e nefrite lupica Malattia reumatica Febbre reumatica acuta (FRA) Artrite idiopatica giovanile Artrite reumatoide: sintomi, diagnosi, trattamento Artrite settica
    Tags: malattia, è, diagnosi, febbre, salute
  • 47
            Il morbo di Parkinson fu descritto per la prima volta da James Parkinson nel 1817. Il morbo di Parkinson è un disturbo del sistema nervoso centrale caratterizzato principalmente da degenerazione di alcune cellule nervose (neuroni) situate in una zona profonda del cervello denominata sostanza nera. Queste…
    Tags: si, è, in, più, i, malattia, dei, può, possono, nel
  • 46
    Definizione La febbre tifoide è un' infezione sistemica causata da Salmonella typhi (bacillo di Eberth) che interessa soprattutto il sistema monocito-macrofagico, caratterizzata da febbre, cefalea, disturbi del sensorio, leucopenia e splenomegalia. Epidemiologia La febbre tifoide è una malattia diffusa in tutto il mondo. La malattia è presente soprattutto nei paesi…
    Tags: in, è, febbre, malattia, dei, più, possono, i, si, essere

Rispondi

Enable Notifications    OK No thanks
www.serendipity360.org

GRATIS
VISUALIZZA