Serendipity360

Abbi cura del tuo corpo

Salute degli occhi

Astigmatismo: un difetto visivo comune e correggibile

Please follow and like us:
Pin Share

Cos’è l’Astigmatismo?

L’astigmatismo è un difetto visivo comune che si verifica quando la cornea o la lente dell’occhio non è uniformemente curva. Questo porta a una visione sfocata o distorta sia da vicino che da lontano. Le persone con astigmatismo possono avere difficoltà a vedere chiaramente i dettagli, sia a distanza che da vicino, e possono avvertire affaticamento degli occhi, mal di testa o difficoltà nella visione notturna. L’astigmatismo può essere corretto con l’uso di occhiali, lenti a contatto o interventi chirurgici correttivi come il LASIK. 

 
Astigmatismo: una visione distorta non solo da lontano

 

L’astigmatismo si distingue da altri difetti refrattivi come la miopia, l’ipermetropia e la presbiopia per una caratteristica unica: la curvatura irregolare della cornea.

Immaginiamo la cornea come una lente:

Nella miopia e ipermetropia, la lente è troppo curva o troppo piatta, causando una messa a fuoco errata delle immagini sulla retina. Nell’astigmatismo, invece, la lente è più simile a un pallone da rugby, con curvature diverse lungo i meridiani (linee immaginarie che attraversano la cornea).

Va precisato, tuttavia, che esiste un astigmatismo che definito astigmatismo fisiologico, una condizione comune che si verifica quando la curvatura della cornea presenta una leggera differenza (inferiore a 0,50 diottrie) tra i meridiani principali. In questo caso, l’occhio è in grado di compensare autonomamente il difetto grazie al potere accomodativo del cristallino, garantendo una vista nitida.

Quindi, quando l’astigmatismo è considerato fisiologico?

  • Valore basso: la differenza di curvatura tra i meridiani è inferiore a 0,50 diottrie.
  • Buona visione: il paziente non avverte disturbi visivi significativi e la vista è nitida sia da lontano che da vicino.
  • Assenza di sintomi: non si verificano affaticamento degli occhi, mal di testa o fotofobia.

In questi casi, non è necessario alcun trattamento correttivo

 

Classificazione dell’astigmatismo

L’astigmatismo può essere classificato in base a diversi criteri:

1. Tipo di difetto refrattivo:

  • Astigmatismo miopico: uno o entrambi i meridiani principali sono miopi, con la messa a fuoco delle immagini davanti alla retina.
  • Astigmatismo ipermetropico: uno o entrambi i meridiani principali sono ipermetropi, con la messa a fuoco delle immagini dietro alla retina.
  • Astigmatismo misto: un meridiano è miope e l’altro ipermetrope.

2. Direzione dei meridiani principali:

  • Astigmatismo secondo regola: i meridiani principali sono orientati verticalmente e orizzontalmente.
  • Astigmatismo contro regola: i meridiani principali sono orientati obliquamente.
  • Astigmatismo obliquo: i meridiani principali sono orientati a 45 gradi rispetto all’asse verticale o orizzontale.

3. Gravità del difetto:

  • Astigmatismo lieve: da 0 a 1 diottrie.
  • Astigmatismo medio: da 1 a 2 diottrie.
  • Astigmatismo elevato: superiore a 2 diottrie.

4. Localizzazione del difetto:

  • Astigmatismo corneale: causato da una curvatura irregolare della cornea.
  • Astigmatismo interno o lenticolare: causato da alterazioni dei mezzi diottrici interni all’occhio (cristallino).

La classificazione dell’astigmatismo è importante per:

  • Determinare la causa del difetto visivo.
  • Prescrivere la correzione ottica più adatta (occhiali o lenti a contatto).
  • Valutare la possibilità di un intervento chirurgico refrattivo.

 

Cause

Le cause dell’astigmatismo non sono sempre completamente chiare, ma possiamo suddividerle in due categorie principali:

1. Fattori genetici:

  • L’astigmatismo può essere ereditario. Se uno o entrambi i genitori soffrono di astigmatismo, c’è una maggiore probabilità che anche i figli ne siano affetti.

2. Fattori esterni:

  • Traumi oculari: lesioni alla cornea possono modificarne la curvatura e causare astigmatismo.
  • Chirurgia oculare: alcuni interventi chirurgici all’occhio, come la chirurgia della cataratta, possono indurre o peggiorare un preesistente astigmatismo.
  • Cheratocono: questa malattia degenerativa della cornea ne provoca un assottigliamento e una deformazione conica, causando spesso astigmatismo irregolare e progressivo.
  • Fattori prenatali: in rari casi, lo sviluppo anomalo della cornea durante la gravidanza può causare astigmatismo.

Sintomi dell’astigmatismo

 

L’astigmatismo è un difetto refrattivo che causa una visione offuscata e distorta, sia da lontano che da vicino. I sintomi possono variare in base alla gravità del difetto e all’età del paziente.

Sintomi comuni dell’astigmatismo:

  • Visione offuscata e distorta: le immagini possono apparire sfuocate, doppie o con bordi irregolari.
  • Affaticamento degli occhi: sensazione di stanchezza, bruciore o dolore agli occhi dopo un periodo di attività visiva (lettura, scrittura, uso del computer).
  • Mal di testa: cefalea frontale o temporale, spesso associata all’affaticamento degli occhi.
  • Strabismo: deviazione di uno o entrambi gli occhi.
  • Fotofobia: sensibilità alla luce intensa.
  • Difficoltà di concentrazione: soprattutto durante la lettura o la scrittura.
  • Problemi di visione notturna: difficoltà a vedere in condizioni di scarsa illuminazione.

Nei bambini, i sintomi dell’astigmatismo possono includere:

  • Strabismo: occhi deviati o mal allineati.
  • Difficoltà di apprendimento: problemi a leggere o a seguire le istruzioni a scuola.
  • Problemi di coordinazione: difficoltà a giocare a palla o a svolgere attività che richiedono una buona coordinazione occhio-mano.
  • Inclinare la testa: il bambino può inclinare la testa per cercare di migliorare la vista.

 

Come Correggere l’Astigmatismo?

Esistono diverse opzioni per correggere l’astigmatismo, ognuna con i suoi vantaggi e svantaggi:

1. Occhiali correttivi:

Le lenti cilindriche negli occhiali possono correggere l’astigmatismo e migliorare la vista.Sono una soluzione economica e reversibile.Possono essere scomode da indossare per alcune persone. 

2. Lenti a contatto toriche:

Queste lenti a contatto sono progettate per correggere l’astigmatismo e fornire una visione nitida.Offrono una maggiore libertà rispetto agli occhiali.Possono essere più costose degli occhiali.Richiedono una cura e una manutenzione regolari.Possono causare secchezza oculare o altri disagi.

3. Intervento chirurgico refrattivo:

Il LASIK o la PRK possono modificare la forma della cornea e correggere l’astigmatismo in modo permanente.Offre una soluzione a lungo termine o definitiva.Può essere una procedura costosa.Non è adatto a tutti i pazienti.Presenta alcuni rischi, seppur minimi, come l’alopecia corneale o la regressione della vista.

La scelta del trattamento più adatto dipende da diversi fattori:

  • Gravità dell’astigmatismo: per difetti lievi, gli occhiali possono essere sufficienti, mentre per difetti più gravi, le lenti a contatto o la chirurgia refrattiva possono essere più efficaci.
  • Età del paziente: la chirurgia refrattiva di solito non viene consigliata prima dei 18 anni.
  • Stile di vita: le lenti a contatto possono essere più adatte per chi pratica sport o attività fisica intensa.
  • Preferenze personali: alcuni pazienti preferiscono la comodità degli occhiali, mentre altri preferiscono la libertà delle lenti a contatto o la visione permanente corretta con la chirurgia.

 

 

Scelta tra lenti cilindriche e lenti toriche

La scelta tra lenti cilindriche e lenti toriche dipende da diversi fattori, tra cui:

Gravità dell’astigmatismo:

  • Astigmatismo lieve: le lenti cilindriche negli occhiali possono essere sufficienti per correggere il difetto visivo.
  • Astigmatismo moderato o grave: le lenti toriche, sia negli occhiali che a contatto, offrono una correzione più precisa e una migliore qualità della vista.

Altre esigenze visive:

  • Presbiopia: se si soffre anche di presbiopia, è possibile scegliere lenti multifocali toriche che correggono sia l’astigmatismo che la presbiopia.
  • Altre aberrazioni corneali: le lenti toriche possono essere utilizzate per correggere anche altre aberrazioni corneali, come il coma corneale.

Stile di vita:

  • Comfort: le lenti a contatto toriche possono essere più comode da indossare rispetto agli occhiali, soprattutto per chi pratica sport o attività fisica intensa.
  • Manutenzione: le lenti a contatto toriche richiedono una cura e una manutenzione regolari per mantenerle pulite e disinfettate.

Costi:

  • Occhiali con lenti cilindriche: sono generalmente più economici rispetto alle lenti a contatto toriche.
  • Lenti a contatto toriche: possono essere più costose degli occhiali, soprattutto le lenti multifocali toriche.

Preferenze personali:

  • Alcune persone preferiscono la comodità degli occhiali, mentre altre preferiscono la libertà delle lenti a contatto.

ARTICOLI CORRELATI

Enable Notifications OK No thanks
Verified by MonsterInsights