free web hit counter

Fluorouracile (citostatico)


antimetabolita
Fluorouracile

Il Fluorouracile è un antimetabolita del gruppo degli antipirimidinici, che entra in competizione con le basi piridimiche; è metabolizzato nei tessuti in flossuridina monofosfato che inibisce la timidilato sintetasi e la sinesi del DNA. Il Fluorouracile è impiegato nel trattamento dei tumori solidi, in particolare dell’apparato digerente.

Principio attivoFLUOROURACILE.

 

Indicazioni:

Il Fluorouracile è utilizzato per il trattamento palliativo del tumore:

  • del colon
  • del retto
  • della mammella
  • dello stomaco
  • del pancreas
  • Impiegato a volte in applicazioni locali nelle cheratosi senili o solari, negli epiteliomi basocellulari superficiali o nella malattia di Bowen.

Il Fluorouracile è un farmaco da utilizzare unicamente nei centri specializzati.

Precauzioni

  • Controllo ematologico ogni 2-3 giorni e sospensione del trattamento se il numero dei leucociti si riduce a meno di 3.500 per mm³ o se quello delle piastrine è inferiore a 100.000 per mm³.
  • Riduzioni delle dosi in caso di insufficienza epatica o renale.

Controindicazioni

Effetti secondari

  • Intolleranza dell’apparato digerente
  • Alopecia
  • Dermatite.
  • Ipoplasia midollare: leucopenia soprattutto dopo 3 settimane di trattamento, di solito reversibile nei 30 giorni che seguono.
  • Stomatite
  • Vomito incoercibile
  • Diarrea grave
  • Emorragia del tubo digerente: impongono la sospensione immediata del trattamento.
  • Raramente atassia cerebellare
  • Ischemia del miocardio
  • Pneumopatia


Ti potrebbero interessare:


Get Free Email Updates!

Signup now and receive an email once I publish new content.

I agree to have my personal information transfered to AWeber ( more information )

I will never give away, trade or sell your email address. You can unsubscribe at any time.

Related Posts

  • 63
        Classificazione La classificazione istogenetica dei tumori gastrici distingue tumori epiteliali e non epiteliali, benigni e maligni. Il più frequente tumore epiteliale maligno primitivo è il carcinoma (=adenocarcinoma [CG]), derivante dagli epiteli delle ghiandole gastrite.   Epidemiologia    L'incidenza dell'adenocarcinoma gastrico è elevata nei paesi in via di sviluppo. In alcuni paesi orientali (Giappone, Corea) il CG ha…
    Tags: è, in, delle, precancerose, dei, si, lesioni, tumore, stomaco
  • 55
                       Generalità   Il tumore della mammella è una patologia che insorge sempre di più e si evolve in maniera epidemica nelle regioni dell'Occidente del mondo. È noto come in Asia il tumore della mammella sia un tumore poco frequente, ma si…
    Tags: in, è, mammella, tumore, si, per, delle, cancro
  • 49
      Il cancro del colon è il terzo tipo di neoplasia più diffusa ed è in aumento nei paesi in via di sviluppo, con circa 35 mila nuovi casi l'anno. Colpisce i soggetti dopo i 60 anni, abbastanza rara prima dei 40 anni.    I fattori predisponenti  Polipi adenomatosi e…
    Tags: colon, è, in, cancro, si, per, dei, tumore, nelle
  • 36
        Malattia di Crohn   La malattia di Crohn è una malattia infiammatoria cronica intestinale a eziologia sconosciuta, che può interessare qualsiasi tratto del canale alimentare, dalla bocca all'ano. La malattia di Crohn (MC) come la colite ulcerosa (CU), presenta decorso cronico ricorrente, con sintomi intestinali e manifestazioni extraintestinali,…
    Tags: malattia, è, in, dei, per, lesioni
  • 33
    Definizione di carcinoma renale   Nel rene si sviluppano sia tumori benigni che maligni. Con l'eccezione dell' oncocitoma, raramente neoplasie benigne causano problemi clinici. Oltre 80% dei tumori renali maligni è rappresentata da carcinomi a cellule renali. Il rimanente 20% comprende carcinomi a cellule transizionali che  originano nella pelvi e…
    Tags: è, tumore, renale, in, tumori, dei, nel, si

Rispondi