Serendipity360

Abbi cura del tuo corpo

Propionibacterium Acnes

Propionibacterium Acnes: Cos’è, sintomi e cure

Cos’è il Propionibacterium Acnes?

 

Il Propionibacterium acnes, ora conosciuto come Cutibacterium acnes, è un batterio Gram-positivo anaerobico che vive normalmente sulla pelle umana, in particolare nei follicoli pilo-sebacei.

 

Commensalismo:

 

  • Nella maggior parte delle persone, il Cutibacterium acnes è un commensale, il che significa che vive in equilibrio con la pelle e non causa danni.
  • Si nutre di sebo, dei sottoprodotti del metabolismo cutaneo e dei detriti cellulari presenti nei follicoli.

Ruolo nell’acne:

  • In alcuni individui, il Cutibacterium acnes può però giocare un ruolo chiave nello sviluppo dell’acne.
  • Questo avviene quando il batterio prolifera eccessivamente, causando:

:

    • Iperproduzione di sebo: può stimolare le ghiandole sebacee a produrre più sebo del necessario.
    • Ostruzione dei follicoli: il sebo in eccesso può ostruire i follicoli pilo-sebacei, creando un ambiente favorevole alla crescita del batterio.
    • Infiammazione: il propionibacterium acnes può attivare la risposta immunitaria del corpo, causando infiammazione e comparsa di brufoli, comedoni e pustole.
  •  

Altre patologie

Il Propionibacterium acnes, ora conosciuto come Cutibacterium acnes, non è solo implicato nell’acne. In determinate circostanze, può assumere un ruolo di patogeno opportunista e causare diverse infezioni, seppur rare.

Oltre all’acne, il Cutibacterium acnes può essere responsabile di:

Infezioni cutanee:

  • Blefariti: infiammazione delle palpebre.
  • Impetigine: infezione contagiosa della pelle.
  • Follicolite: infezione dei follicoli piliferi.

Infezioni profonde:

  • Endocardite: infezione del rivestimento interno del cuore.
  • Infezioni post-operatorie: infezioni che si verificano dopo un intervento chirurgico.
  • Infezioni di shunt neurochirurgici: infezioni che si verificano nei dispositivi utilizzati per drenare il fluido cerebrospinale.

Altri possibili disturbi:

  • Rosacea: condizione dermatologica caratterizzata da arrossamento, papule e pustole.
  • Dermatite seborroica: condizione dermatologica che causa desquamazione e arrossamento del cuoio capelluto e di altre aree del corpo.

Fattori che favoriscono la patogenicità del Cutibacterium acnes:

  • Proliferazione eccessiva: quando il batterio prolifera eccessivamente, può superare le difese immunitarie e causare danni ai tessuti.
  • Alterazioni del sistema immunitario: un sistema immunitario indebolito può rendere più difficile la difesa contro il Cutibacterium acnes.
  • Trauma o interventi chirurgici: questi eventi possono creare una via di accesso per il batterio nel corpo.

 

Diagnosi del Propionibacterium acnes

 

La diagnosi del Propionibacterium acnes, ora conosciuto come Cutibacterium acnes, dipende dal contesto e dalla condizione sospetta. Ecco i principali approcci utilizzati:

 

Acne:

 

  • Esame Clinico: un dermatologo o un medico esamina la pelle per valutare la gravità e il tipo di acne (comedoni, papule, pustole, noduli, cisti).
  • Storia Clinica: vengono valutate eventuali fattori scatenanti come stress, ciclo mestruale, uso di cosmetici, dieta e farmaci.
  • Dermatoscopia: può essere utile per visualizzare in modo più dettagliato le lesioni e distinguere i comedoni aperti da quelli chiusi.

Altre Infezioni:

  • Esame Clinico: valutazione dei sintomi e segni specifici dell’infezione (rossore, gonfiore, dolore, pus, ecc.).
  • Raccolta di Campione: prelievo di tessuto o liquido infetto per effettuare l’esame colturale.
  • Esame Colturale: il campione viene messo in una piastra nutritiva per far crescere il batterio e identificarlo.
  • Test di Suscettibilità Antimicrobica: valuta la sensibilità del batterio agli antibiotici per scegliere il trattamento più efficace.

Esami Strumentali:

  • Ecografia: Può essere usata per visualizzare lesioni profonde o ascessi.
  • Biopsia Cutanea: Prelievo di un piccolo campione di pelle per un esame microscopico più dettagliato.

 

 

Trattamento del Propionibacterium acnes

Il trattamento del Propionibacterium acnes, varia a seconda della gravità e della sede dell’infezione. Ecco le principali opzioni terapeutiche:

Acne:

Terapia topica:

  • Retinoidi: promuovono il rinnovamento cellulare e riducono la produzione di sebo.
  • Perossido di benzoile: uccide il batterio e aiuta a prevenire la comparsa di nuovi brufoli.
  • Antibiotici topici: combattono l’infezione batterica.
  • Acido salicilico: esfolia la pelle e aiuta a liberare i pori.

Terapia sistemica:

  • Antibiotici orali: prescritti per l’acne moderata o grave.
  • Isotretinoina: farmaco molto efficace per l’acne grave, ma con possibili effetti collaterali.
  • Terapia ormonale: per le donne con acne di origine ormonale.

Altre Infezioni:

Antibiotici:

  • Antibiotici per via orale o intravenosa: vengono scelti in base alla sensibilità del batterio e alla gravità dell’infezione.
  • Antibiotici ad uso topico: possono essere utilizzati per infezioni superficiali.

Interventi chirurgici:

  • Dreaggio di ascessi: simozione del pus da una lesione infetta.
  • Rimozione di dispositivi impiantabili: Se il batterio colonizza un dispositivo impiantabile, come uno shunt neurochirurgico, potrebbe essere necessario rimuoverlo.

Altri Trattamenti:

  • Terapia fotodinamica: usa la luce per attivare un agente fotosensibilizzante che uccide il batterio.
  • Terapia laser: può essere utile per ridurre l’infiammazione e l’acne nodulocistica.

 

Consigli Generali

  • Mantenere la pelle pulita e asciutta
  • Evitare di toccare il viso frequentemente
  • Usare prodotti non comedogenici
  • Mantieni una dieta sana e bilanciata
  • Gestisci lo stress in modo efficace

LEGGI ALTRI ARTICOLI

La foruncolosi è una malattia della pelle caratterizzata dalla comparsa di numerosi foruncoli, ovvero rigonfiamenti dolorosi causati da un'infezione batterica.
 

Foruncolosi: quando i foruncoli diventano un problema

Che cos’è la Foruncolosi? La foruncolosi è una condizione della pelle caratterizzata dalla presenza di foruncoli, noti anche come ascessi cutanei o

I fibromi penduli, conosciuti anche come acrocordoni o "talpe peduncolate", sono escrescenze cutanee benigne, morbide e di colore generalmente carnicino. Sono spesso di piccole dimensioni, variabili da pochi millimetri a un paio di centimetri, ma possono talvolta raggiungere dimensioni maggiori.
 

Fibromi Penduli: come riconoscerli e come eliminarli

Cosa sono i fibromi penduli?   I fibromi penduli, noti anche come acrocordi o polipi cutanei, sono piccole escrescenze cutanee di

La sindrome di Raynaud è un disturbo che colpisce la circolazione sanguigna nelle dita delle mani, dei piedi e, in alcuni casi, del naso e delle orecchie. È caratterizzata da episodi di vasocostrizione, ossia restringimento dei vasi sanguigni, in risposta al freddo o allo stress emotivo.
 

Sindrome di Raynaud: Sintomi, Cause e Cura

Cos’è la Sindrome di Raynaud? La Sindrome di Raynaud è una condizione che colpisce i vasi sanguigni, in particolare le arterie

L'orticaria colinergica è un tipo di orticaria che si verifica a seguito di un aumento della temperatura corporea, come conseguenza di esercizio fisico, esposizione a temperature calde, febbre o stress emotivo
 

Orticaria colinergica: cause, sintomi e terapia

Cos’è l’orticaria colinergica? L’orticaria colinergica è un tipo di orticaria che si verifica a seguito di un aumento della temperatura

La Malassezia furfur può provocare un'eruzione pruriginosa caratterizzata da papule e pustole in corrispondenza dei follicoli piliferi, spesso dopo l'
 

Malassezia furfur: fungo del cuoio capelluto

Cos’è la Malassezia furfur? La Malassezia furfur è un fungo microscopico (lievito) che fa naturalmente parte della microflora cutanea umana.

La lipomatosi è una condizione caratterizzata dalla presenza di accumuli di grasso anomali e circoscritti, chiamati lipomi, in diverse aree del corpo. Questi lipomi possono essere singoli o multipli e si formano generalmente nel tessuto adiposo sottocutaneo, ma possono anche svilupparsi in organi interni come il fegato, il pancreas o il rene. La lipomatosi è una condizione molto diffusa, con una prevalenza stimata tra il 10% e il 20% della popolazione.
 

Lipomatosi: sintomi, cause e cura

Cos’è la lipomatosi? La lipomatosi è una condizione caratterizzata dalla presenza di accumuli di grasso anomali e circoscritti, chiamati lipomi,

Pubblicità
Enable Notifications OK No thanks
Verified by MonsterInsights