I miopi sono più intelligente e istruiti?

Indice dei contenuti

 

I miopi sono più intelligente e istruiti? Le persone che portano gli occhiali da vista potrebbero essere davvero più intelligenti di chi ha invece una vista perfetta o meglio: le persone miopi hanno maggiori probabilità di essere più brillanti e istruite rispetto a chi invece non ha bisogno degli occhiali. Almeno questo è quanto emerso da uno studio dell’Università Johannes Gutenberg di Magonza in Germania.
I risultati sono stati riportati dal Time, inizialmente i ricercatori hanno concentrato la loro attenzione sul perché in Europa sono aumentati i casi di miopia. I dati dello studio hanno dimostrato capacità cognitive superiori nei miopi rispetto ai non miopi. Tuttavia, i ricercatori hanno sottolineato che c’è un legame più stretto tra i livelli di intelligenza e il tempo impiegato per la formazione. In pratica, secondo gli scienziati è possibile che la durata dell’istruzione, quindi il tempo trascorso davanti al computer o sui libri, possa aver giocato un ruolo determinante e un maggior rischio di soffrire  miopia.
Ti potrebbero interessare:


Get Free Email Updates!

Signup now and receive an email once I publish new content.

I agree to have my personal information transfered to AWeber ( more information )

I will never give away, trade or sell your email address. You can unsubscribe at any time.

(Visited 3 times, 1 visits today)

Related Posts

  • 51
    Definizione  L' infezione da Neisseria gonorrhoeae causa una serie di patologie quali uretrite, la cervice uterina, la malattia infiammatoria pelvica, l'oftalmite del neonato e  la forma disseminata. È una malattia infettiva universalmente diffusa che in epoca preantibiotica era aggravata da una elevata morbilità e mortalità.  Eziologia  Neisseria gonorrhoae è un…
    Tags: è, in, più, i, non, essere
  • 48
                Autostima: fiducia e stima nei propri confronti.   L'autostima è la consapevolezza del proprio valore, della fiducia nelle proprie capacità, non mettere in discussione la propria importanza e stabilire rapporti costruttivi con gli altri. Le persone con alta autostima sono ottimisti, credono  nelle proprie…
    Tags: in, non, è, essere, i
  • 48
    DESCRIZIONE   Il morbo di Alzheimer venne descritto per la prima volta nel 1907 dal neurologo tedesco Alois Alzheimer, che riconobbe in questa malattia una precisa patologia riscontrata in alcuni pazienti. Il morbo di Alzheimer è caratterizzato da una progressiva perdita di memoria; inizialmente viene danneggiata la memoria a breve termine…
    Tags: in, i, non, più, è
  • 40
    Definizione   L'influenza è una malattia virale, contagiosa ed epidemica, caratterizzata da febbre, infiammazioni delle vie respiratorie superiori e complicazioni broncopolmonari più o meno gravi secondo l'epidemia e i soggetti. L'influenza è la settima causa di morte negli Stati Uniti e la terza causa di morte per malattie infettive in…
    Tags: in, è, i, più, non
  • 39
    Generalità   Le bronchiectasie (BR) indicano una dilatazione abnorme e persistente dei bronchi. Le bronchiectasie rappresentano la conseguenza della distribuzione dei tessuti (elastico e muscolare) che costituiscono la parete del bronco e sono generalmente provocate da una grave infiammazione, spesso conseguente a un'infezione. Nei bronchi dilatati si accumulano delle secrezioni…
    Tags: in, è, essere, gli, più, i

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Serendipity360
Enable Notifications    OK No thanks