Stenosi tricuspidale





Definizione

 

La stenosi tricuspidale consiste in un restringimento della valvola tricuspide che ostacola il passaggio di sangue dall’atrio destro al ventricolo destro. Come per la maggior parte delle stenosi valvolari, anche in questo caso la causa più frequente è la febbre reumatica, e generalmente si osserva un coinvolgimento concomitante della valvola mitralica, che è responsabile della maggior parte delle manifestazioni cliniche. Va sospettata in quei pazienti che presentano un miglioramento dei sintomi della patologia mitralica, come per esempio la dispnea, che vengono sostituiti da manifestazioni cliniche di insufficienza cardiaca destra. Tale fenomeno può essere dovuto anche alla comparsa di ipertensione polmonare. Altre cause più rare di stenosi tricuspidale sono l’atresia congenita della valvola (sindrome di Nooan e di Alagille), i tumori dell’atrio dell’atrio destro e la sindrome da carcinoide (che provoca più frequentemente insufficienza tricuspidale). In generale è più frequente nel sesso femminile.

Fisiopatologia

L’aumento di pressione in atrio destro provoca congestione venosa. La diagnosi si effettua misurando l’area​ dell’ orifizio valvolare o il gradiente medio diastolico (>2mmHg).



Sintomi

Sono in genere mascherati da quelli del vizio mitralico associato. Si può  sospettare la stenosi tricuspidale nelle circostanze seguenti:

  • Vizio mitralico complicato da stasi giugulare  importante, con pulsazioni giugulari sistoliche vigorose.
  • Congestione polmonare relativamente poco importante.
  • Rullio sistolico xifoideo che aumenta con l’inspirazione.
  • Sintomi di insufficienza cardiaca destra (turgore giugulare​, epatomegalia, ascite, anasarca) e di bassa gittata (debolezza muscolare, astenia​).

Esame obiettivo

In presenza di ritmo sinusale si osserva un’ onda A del polso venoso giugulare prominente. Si ausculta un soffio diastolico a livello del focolaio tricuspidale che aumenta con l’ispirazione (segno di Rivero-Carvallo). Un ulteriore reperto auscultatorio è la presenza di uno schiocco di apertura, che è difficilmente distinguibile da quello mitralico.

Esami complementari

ECG

Dilatazione dell’atrio destro sproporzionata rispetto al grado di ipertrofia ventricolare destra.

Radiologia

Cardiomegalia con dilatazione della cavità di destra.

Ecocardiogramma

E’ la tecnica diagnostica di prima scelta (serve per misurare il gradiente e l’area valvolare).



Terapia

La terapia generalmente è medica (riduzione dell’apporto di sale, diuretici), ad eccezione dei casi gravi (gradiente >5 mmHg o o area <1,5 cm²) e di quelli in cui si debba intervenire chirurgicamente sulla valvola mitrale. Se la commisurotomia aperta non è sufficiente, è necessario sostituire la valvola e impiantare una protesi. Generalmente si utilizzano protesi biologiche, a causa della maggiore trombogenicità delle protesi impiantate nelle cavità cardiache. Inoltre trattandosi di camere a minor pressione, le protesi degenero più lentamente​.

 

Ti potrebbero interessare:

 


Get Free Email Updates!

Signup now and receive an email once I publish new content.

I agree to have my personal information transfered to AWeber ( more information )

I will never give away, trade or sell your email address. You can unsubscribe at any time.

Related Posts

  • 64
      Definizione   La stenosi mitralica si verifica quando l'orifizio valvolare mitralico si riduce a un' area inferiore a 2 cm², con conseguente ostruzione al flusso in entrata al ventricolo sinistro. In condizioni normali, l'orifizio valvolare mitralico ha un'area di 4-6 cm². Una stenosi mitralica si considera lieve in presenza…
    Tags: in, stenosi, mitralica, è, si, più, polmonare, valvolare, per
  • 51
      Definizione L'insufficienza tricuspidale consiste nel rigurgito sistolico del ventricolo destro in atrio destro. Eziologia Si possono distinguere un' insufficienza tricuspidale funzionale, e un' insufficienza tricuspidale organica. L'insufficienza funzionale è il tipo più comune ed è secondaria alla dilatazione del ventricolo destro, che comporta dislocazione dei muscoli papillari, abnorme tensione…
    Tags: è, tricuspidale, insufficienza, destro, si, in, polmonare, dilatazione, mitralica, valvola
  • 49
      Definizione L'insufficienza mitralica viene definita come la chiusura inadeguata della valvola mitrale che determina rigurgito nell'atrio sinistro; è la seconda valvulopatia per frequenza, dopo la stenosi aortica. L'insufficienza mitralica può essere organica, quando è dovuta a un'alterazione di una delle strutture dell'apparato valvolare (anulus, lembi valvolari, corde tendinee e…
    Tags: mitralica, in, è, insufficienza, valvola, polmonare, per, può, si, più
  • 41
    Definizione Il prolasso della valvola mitrale è una protrusione di uno o entrambi i lembi valvolari verso l'atrio sinistro durante la sistole ventricolare. E' più frequente il prolasso del lembo posteriore. Si può associare alla presenza di insufficienza mitralica e, di fatto, è la causa più frequente di insufficienza mitralica…
    Tags: mitralica, è, insufficienza, si, in, valvola, sindrome, dei, più
  • 38
      Definizione   La febbre reumatica acuta (FRA) è una sindrome infiammatoria post-infettiva che segue un'infezione da streptococco di gruppo A.  Le infezioni alla gola da streptococco sono molto comuni tra la popolazione ma solo una piccola parte di pazienti svilupperà la malattia dopo circa 15 giorni da tale infezione. …
    Tags: in, dei, per, è, febbre, reumatica, più, si, può, delle

Rispondi

Enable Notifications    Ok No thanks